Language:

Area rivenditori

Per la Coldiretti l'accordo Ceta danneggia l'agricoltura Made in Piemonte

In sette anni saranno abbattuti il 92% dei dazi concentrando in Canada un hub di libero scambio.

Un regalo alle lobby industriali che nell’alimentare puntano all’omologazione e al livellamento verso il basso della qualità.  E’ questo lo scenario che si prospetta dopo il via libera dell’UE al CETA, l’intesa sul commercio fra Europa e Canada.

“A farne le spese sarà la qualità eccellente delle nostre produzioni Made in Italy ed in Piemonte – evidenzia Delia Revelli presidente di Coldiretti Piemonte – Per questo, nei trattati va riservata all’agroalimentare una specificità che preservi la distintività dei prodotti e possa garantire la tutela della salute, la protezione dell’ambiente e della libertà di scelta dei consumatori. In Piemonte – continua Revelli – i comparti che potranno essere maggiormente colpiti sono quello vitivinicolo, quello dei bovini da carne e dei prodotti lattiero-caseari. Infine, non dimentichiamo che verranno meno tutte quelle barriere, non solo tariffarie, che abbiamo voluto al fine di evitare che sulle nostre tavole arrivino prodotti meno controllati rispetto a quelli italiani”. 

“L’export della nostra regione verso il Canada vale oltre i 50 milioni di Euro, stando agli ultimi dati del 2016 – spiega il Delegato Confederale Bruno Rivarossa – Con questo accordo a rimetterci siamo sicuramente noi poiché il mercato europeo rappresenta oltre 700 milioni di consumatori contro quello canadese che ne conta appena 35 milioni. Inoltre, questo in Canada potrebbe riaprire anche di più le porte all’utilizzo degli Ogm, all’uso di ormoni per la produzione di carne e al grano duro di scarsa qualità trattato con il glifosato bandito in Italia. La nostra Organizzazione, quindi, continuerà ad impegnarsi per far sì che l’ultima parola non sia quella degli europarlamentari che hanno votato a favore di tale accordo o si sono astenuti in forma pilatesca, assecondando soltanto gli interessi delle multinazionali”.

 

Fonte: http://www.torinoggi.it

Contattaci

  • Str. Statale Fraz. Foresto, 65

    12030 CAVALLERMAGGIORE (CN)

  • Tel. +39 0172 742108

    Fax +39 0172 742333

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Perché scegliere noi

Partnership

associato A.R.PRO.M.A.